I tuberi

Iniziamo a parlare del tubero più conosciuto da tutti: la patata ( nella foto è la seconda in alto a destra ).

Le patate sono tuberi appartenenti alla famiglia delle Solanacee, sono tra gli ortaggi più usati in cucina, si vuole per la loro versatilità. Devono essere mangiate dopo essere state precedentemente cotte, assolutamente mai crude perchè tossiche,  ed è possibile trovarne di diverso tipo e colore: bianche, gialle e rosse.

Le patate a pasta bianca sono perfette per la preparazione di gnocchi e purè, in quanto cremose ma abbastanza addensanti;

Le patate a pasta gialla sono perfette per essere cotte in padella, al forno o lesse;

Le patate a pasta rossa sono perfette per essere fritte oppure cotte al forno.

Infine troviamo anche le patate novelle, simili alle comuni patate solo di formato più piccolo, particolarizzate da una buccia molto fine e dalla polpa dolce e tenera.

Le patate sono ricche di amido e ciò ne delucida il maggior contenuto di calorie in raffronto agli altri ortaggi. Sono inoltre una ottima fonte di calcio, ferro, magnesio, potassio e sodio. Possiedono inoltre un discreto contenuto di vitamine del gruppo B, quali: B1, 2, 3, 6 e C.

La batata ( nella foto la prima in alto a sinistra ) conosciuta come patata americana o dolce.

Simile per colorazione e consistenza a quello della patata normale, possiede solo un sapore più dolce. Esistono due tipi di batata quella con tubero più farinoso, quella con tubero più secco, la prima più ricca di semi , la seconda più umida. E’ proprio la batata ad essere usata per la confezione di fecola. La batata rispetto alla patata è più ricca di minerali e vitamine, in quanto è minore il contenuto d’acqua.

Il topinamabur ( nella foto in basso a sinistra ) detto anche tartufo di canna o patata del Canada. La polpa è soda e bianca,  possiede un sapore molto delicato e neutro, simile al carciofo per le sue proprietà nutritive.

Difatti, come il carciofo, ha pochissime calorie ed ha un buon contenuto di fibre solubili e inulina che abbassa i livelli di glicemia nel sangue, ecco perchè molto adatto per i diabetici.

Infine iI topinambur favorisce la secrezione lattea nel corso dell’allattamento e contrasta la ritenzione idrica.

La tapioca ( nella foto in basso a destra ) è un amido derivato dal tubero della manioca o cassava, anch’essa originaria dell’America.  La si trova in commercio soprattutto sotto forma di granuli che una volta cotti appaiono trasparenti e gelatinosi. E’ un tipo di tubero consigliato soprattutto per lo svezzamento dei bambini sotto forma di crema. Inoltre è altamente digeribile.

3 Commenti - Aggiungi Commento

Rispondi