Metabolismo lento: Acceleriamolo

Credi e sai bene di avere un metabolismo lento, che non ti permette di mangiare in perfetta serenità tutto quello che desideri gustare e mangiare, per paura di prendere quei kg di troppo ?? Sei in cerca di un metodo lineare e facile per dimagrire ed incrementare il tuo metabolismo lento?

Dedica qualche minuto del tuo tempo a questa lettura e scoprirai dei metodi semplici ed elementari.

Innanzitutto per capire di cosa stiamo parlando, dobbiamo dire che il metabolismo è la somma delle successioni biochimiche ed energetiche che si sviluppano all’interno del nostro corpo; tali processi hanno il fine di ricavare e estrapolare l’energia presente nei cibi che assumiamo per alimentarci, per successivamente adibirla all’appagamento delle richieste energetiche e strutturali delle cellule. Un acuminato processo di coordinazione che pensa a ristabilire tutte queste combinazioni metaboliche, mediante la reale accessibilità di nutrienti e alle richieste cellulari.

La presenza degli organismi viventi si basa per l’appunto  sull’immissione di un’entità di energia e di sostanza soddisfacente per appagare i bisogni metabolici, vale a dire i così detti bisogni nutritivi. Successivamente, le suddette domande essendo rapportate  con il consumo energetico giornaliero, si basano sul consumo della calorie bruciate nel corso della giornata, più se ne consumano più il corpo ne richiede , più ne richiede , più ne devono essere inserite per soddisfare il consumo di energie disperse.  In conclusione quindi, il metabolismo è la rapidità mediante la quale il nostro organismo consuma le calorie, per appagare i suoi bisogni vitali.

Da tale definizione deduciamo quindi che: Per incrementare e velocizzare  il nostro metabolismo, devono semplicemente aumentare i bisogni vitali del nostro corpo, e gli stessi possono accrescere solo incrementando il consumo energetico.

Il consumo energetico giornaliero è dominato soprattutto da tre componenti: il metabolismo basale, la termogenesi indotta dalla dieta e l’attività fisica. Solo su queste tre fattori si devono basare le fatiche indirizzate all’aumento del metabolismo.

Il metabolismo basale è il più basso consumo energetico indispensabile a detenere le attività vitali. In una persona in salute e sedentaria il metabolismo basale raffigura circa il 60-75% del consumo energetico totale.

L’aumento della massa magra e dell’attività fisica raffigura un importante input per le attività metaboliche. Più massa muscolare abbiamo, più calorie utilizziamo nell’arco del giorno, a prescindere dall’età, dall’efficienza tiroidea e dallo stadio di attività fisica svolta. Il muscolo, difatti, è un tessuto in perenne cambiamento e con richieste metaboliche molto superiori in raffronto al tessuto adiposo.

Una migliore muscolatura favorisce il consumo maggiore di calorie specie nel corso del movimento fisico. Fintanto che svolgiamo uno sport, il nostro metabolismo accresce clamorosamente e si mantiene alto per dissimili ore dalla fine dell’esercitazione (sino a 12 ore successivamente ad un’attività molto intensa). Per incrementarlo notevolmente ed ai massimi livelli, il consiglio è quello di svolgere  un’attività fisica diversa, distinta da un lavoro ad elevata intensità ( esercizi praticabili con attrezzi nei quali è previsto ad esempio il sollevamento dei pesi o a corpo libero ) seguito da uno sport aerobico come : il nuoto, la corsa o  il ciclismo.

Gli esercizi che servono a sviluppare i muscoli, incrementano a loro volta implicamente il metabolismo per mezzo dell’ accentuata secrezione di ormoni anabolici e al sequenziale ammasso di massa muscolare

Gli sport di resistenza aumentano considerevolmente il metabolismo nel corso dell’esercizio, detenendolo alto per 4-8 ore; hanno diversamente un esito pacato sul metabolismo basale in quanto tendono a tralasciare inalterata la muscolatura.

La congregazione di queste pratiche d’esercitazione permettono di accrescere molto il metabolismo, costituendo muscoli cospicui di capillari e mitocondri.

Per incrementare il tuo metabolismo ricordati di:

1) Praticare due o tre esercitazioni nel corso della settimana di decorso non minore ai 40 minuti.
2) Susseguire esercizi aerobici con attività di tonificazione, sessione dopo sessione o nella stessa sessione d’esercitazione, iniziando con allenamenti volti allo sviluppo muscolare, terminando con esercizi aerobici.
3) Svolgere maggiormente esercizi di pesistica e tonificazione. Gli esercizi ad elevata potenza sono un efficacissimo input per la secrezione di ormoni anabolici; che accelerano il metabolismo basale.
4) Sostituire spesso il prospetto d’esercitazione, in maniera da facilitare le disposizioni metaboliche indispensabili per far fronte al nuovo impegno fisico.

Se non hai modo, per mancanza di tempo, di svolgere una pratica sportiva, utilizza degli espedienti che possono aiutare:

1- Se hai la macchina, nel momento in cui devi recarti a lavoro o in qualsiasi altro luogo, parcheggiala lontano dal punto di arrivo, camminare è un esercizio ottimo e importante per la circolazione sanguigna;

2- Nonostante abiti ad un piano molto alto nel tuo palazzo, invece di prendere comodamente l’ascensore, fai le scale. Le scale sono un ottimo esercizio aerobico.

3- Se non hai tempo di andare in palestra e sei molto pigro/a. Acquista un attrezzo non troppo ingombrante che puoi utilizzare tranquillamente nella tua abitazione e che ti permetta di muoverti: step, cyclette, tapirulan… etc

Anche queste piccole soluzioni, possono aiutarti ad incrementare e aumentare il tuo metabolismo. L’importante è svolgerli regolarmente.

Rispondi