Acquastep

In palestra ormai da anni è presente il consueto e noto attrezzo, “lo step“.

Lo step è un attrezzo usato come gradino per svolgere una sequenza di esercizi in salita e discesa, seguendo, se si desidera, la cadenza ritmica della musica.
Gli esercizi sullo step affinano la potenza ed il funzionamento dell’apparato cardio-vascolare e tonificano il tono muscolare delle gambe, attraverso un lavoro ad elevata potenza ma impatto basso.

Lo step, nel corso degli anni, si è modificato per migliorare le sue prestazioni ed è divenuto un attrezzo fondamentale per rassodare, tonificare e bruciare calorie. Non a caso e per questo, ne è stata ideata una base che permettesse di svolgere e ottenere i benefici dello step anche in acqua, usufruendo per di più dei benefici che apportano gli sport di fitness acquatico. Questo sport, l’acquastep, come la maggior parte degli sport sbarcati in Italia, è nato in America agli inizi degli anni 90.

L’acquastep è efficacie per affinare l’apparato cardiocircolatorio, potenziare il battito cardiaco e l’efficienza dei polmoni ( la respirazione ), aiuta anche a dimagrire e, grazie all’acqua che fa resistenza e fa investire più forza nei movimenti, aiuta a  contrastare la cellulite e al tempo stesso tonificare e potenziare la muscolatura.

Tutto ciò concorre ad accrescere la massa magra, ed a permettere altresì l’accelerazione del metabolismo basale . Gli allenamenti dell’acquastep infatti, permettono di bruciare più calorie dello step tradizionale a “terra”, in quanto l’acqua fa resistenza ad ogni movimento che si compie e senza accorgersene, si bruciano più calorie e si tonificano i muscoli più velocemente.

Questo tipo onere fisico riceve un elevato trionfo perché consente di svolgere un genere di allenamento dilettevole ed energico.

Ci si esercita usando la piattaforma dello step, situata ancora al fondo della piscina con delle ventose, sul quale poi per esercitarsi, ci si deve salire e scendere ritmicamente.

Questo tipo di sport non comporta nessuna controindicazione, ma per i soggetti anziani o che presentano problemi di salute legati alla respirazione o alla circolazione, è bene che consultino il proprio medico per ricevere il consenso a poter svolgere tale sport.

I movimenti svolti, sono i medesimi che usualmente vengono praticati nello step in palestra: passo base (salire e scendere), Knee lift (ginocchio su), kick (calcio) e movimenti acquatici

I passi si uniscono insieme per originare una successione scenografica.

L’acqua non deve essere troppo alta (al massimo 120 cm) per consentire lo svolgimento dei movimenti giusti e la temperatura deve essere intorno ai 27 gradi.

E’ un attrezzo ormai avvalorato da tutti gli istruttori di fitness come vantaggioso per rassodare, tonificare e modellare, in acque poi è ancora meglio, perchè il beneficio, come già detto, è  doppio. Con lo step in acqua, si arrivano a bruciare anche sino a 400 Kcal in un’ora.

Perché la ginnastica in acqua è così favorevole per le nostre gambe?

Perché il repentino movimento dell’acqua sulle nostre gambe, quando svolgiamo gli esercizi, compie un tipo di salutare massaggio che ripristina la circolazione sanguigna, ci fa briciare molte calorie eliminando giorno dopo giorno gli ammassi di grasso depositati sulle cosce.

Ma oltre a questi benefici, altresì i muscoli delle gambe e le articolazioni vengono energicamente stimolati nel corso dell’allenamento aerobico, divenendo veloci e dinamici.

Per ottenere degli ottimi benefici quanto prima, si devo seguire almeno, nell’arco della settimana, 3 lezioni da non meno di un’ora ciascuna. Prima di svolgere 3 allenamenti settimanali però, si deve procedere gradualmente, per consentire al corpo di abituarsi agli energici movimenti svolti in acqua.
In quanto lo svolgimento degli esercizi con lo step a terra, sono molto diversi da quelli praticati in acqua, in quanto in acqua è molto più complesso eseguirli proprio a causa della spinta della stessa che si oppone.

Concludendo, per far fronte questo genere di sport, non occorre uno specifico allenamento, serve  solamente cominciare dalla palestra, pianificando una sequenza di affondi alternati, per allenare la muscolatura delle gambe alla lezione di aerobica.

Basta poco onere per raggiungere dei buoni risultati in breve tempo.

Rispondi