NIA: Neuromuscular Integrative Action

Altra novità dal Mondo del Fitness e dall’America , che si sta diffondendo nel nostro Paese, è il nuovo metodo di praticare fitness. Originatosi da un avvicinamento olistico nei riguardi del benessere unitosi alle movenze, teorie di culture differenti e pensieri.

La tecnica Nia coinvolge e racchiude, difatti, le pose aerodinamiche dello yoga, la concentrazione del tai-chi, l’istintività della danza moderna, jazz e Duncan Dance e la sua leggiadria. Il tutto accompagnato dalla grande energia delle arti marziali, con principi di Tae Kwon Do e di Aikido.

Nia (Neuromuscular Integrative Action) è un addestramento che implica e impegna il corpo, la mente e lo spirito , ed è incentrato sul concetto del piacere: ” se ti senti bene, continua a fare ciò che stai facendo, se invece stai male , bloccati, fermati e rendi conforme ciò che stai compiendo per stare bene e meglio”.

Il pensiero si diffuse grazie ai coniugi Rosas, esperti del fitness, già dal 1983, fase nella quale negli Stati Uniti l’equilibrio attivo e conscia concorse a bonificare la differenza fra il wellness e il fitness, divulgando in tal modo il commercio tradizionale del fitness in direzione dei comparti del benessere e della salute. Quello che si nota di primo impatto, vedendo compiere tale “sport” , è l’alta carica aerobica , che eludono movenze cicliche e  monotone. Avendo praticato e mostrato per molti anni prospetti di fitness abituali, i Rosas erano coscienti dell’elevata rilevanza di progettare ed ideare un addestramento esercitante oltre che il corpo , anche  il cuore. Il loro fine era anche di eludere le fratture muscolari affilate all’esercizio aerobico a gramde effetto. La loro scelta di indossare scarpe nelle sedute ha impresso un forte mutamento nell’organizzazione e commercio del fitness, che impiegò il temine Non-Impact Aerobics per descrivere la tecnica Nia. L’analisi di imposizioni dissimili ha comportato successivamente all’origine  di programmi definiti testati con affermazione da atleti provetti, donne ammalate di AIDS, persone anziane,  giovani ragazzi a rischio, donne che ebbero sopportato abusi sessuali e tossicodipendente, alcolisti. Tutto ciò fece nascere  anche a una novizia maniera di delineare la tecnica Nia: Neuromuscular Integrative Action, una successione  interattiva che interessa e implica il pensiero, i muscoli e gli impulsi nervosi.

Nia è un’esercitazione comprovata su 52 movimenti base, che generano come risultato l’allegria del movimento, nel corso dell’esercizio vero e proprio e nella vita di tutti i giorni, fino a poter provare e asserire: Now I Am, ora sono.
Questa metodica è orientata verso le quattro costituenti del sé:

– emotivo, che utilizza l’espressività per far rilasciare l’energia tenuta bloccata;
– fisico, naturale ed empirico;
– mentale, che guida pensiero e azione;
– spirituale, che unisce il sé al tutto;

Tutto ciò si acquisisce grazie ad un’acuta azione muscolare che implica numerosissimi movimenti e tecniche che comportano un dissimile uso di energia. È una danza che scarica dalle tensioni, dallo stress e  dove la forma pratica del movimento domina il suo trascorrere e l’energia che si genera. L’impiego muscolare, di qualità multi-dinamica e multi-direzionale, è acquisita da movenze che procedono a servizio e contro la gravità e risultano intesi dal corpo come una percezione prodotta da flessioni, allungamenti, roteazioni, adduzioni, abduzioni e circonduzioni. Un impiego integrale che facilita il rinvigorimento muscolare unito ad elasticità, stabilità, volubilità, fermezza, rapidità e forza (indicate come le “5 Sensazioni”), armonia dei movimenti e postura. In quanto la tecnica Nia non esige attrezzi, proprio perchè la lezione prevede solamente movimenti a corpo libero e una sala abbastanza ampia.

I Benefici:
1- Incrementa il piacere di vivere nel proprio corpo.
2- Agevola la perdita di peso e il sostentamento del peso forma.
3- Fortifica i muscoli,  sviluppa il tono muscolare e la definizione.
4- Rasserena la mente e calma lo stress.
5- Sviluppa la resistenza, la grazia e la flessibilità.
6- Regala stabilità al sistema nervoso.
7- Affina la postura e il funzionamento degli organi, specie il cuore e i polmoni.
8-  Aumenta la funzione sessuale
9- Calma i  problemi emotivi: depressione, ansia e stress.
10- Migliora la circolazione sanguigna e il drenaggio linfatico.
11- Fortifica il sistema immunitario.
12- Potenzia la concentrazione e la funzione cognitiva.
FORMAZIONE INSEGNANTI:

L’allenamento Nia si sviluppa attraverso differenti livelli che hanno preso spunto dalle arti marziali.
Livello 1 – Cintura Bianca: si apprendono i principi base della tecnica, che partono dalla consapevolezza del legame corpo-mente.
Livello 2 – Cintura Blu: sono enfatizzati l’apprendimento della comunicazione interpersonale e la conoscenza delle capacità interiori.
Livello 3 – Cintura Marrone: si focalizza sull’energia quale fulcro dei movimenti Nia per trasmetterla nelle abitudini di vita.
Livello 4 – Cintura Nera: si fa leva sui livelli multidimensionali dell’unione corpo-mente per stimolare la creatività e le infinite modalità in cui si possono trasformare e armonizzare corpo, mente e anima.
Un anno fa è stata introdotta la cintura verde: è una cintura per tutte le cinture, che si può conseguire dalla bianca in poi per approfondire la tecnica, i principi della cintura bianca e dell’insegnamento in generale.


Rispondi